A Milano 2.500 ebike di BikeMi ancora ferme: ecco perché

0
151
a-milano-2.500-ebike-di-bikemi-ancora-ferme:-ecco-perche
A Milano 2.500 ebike di BikeMi ancora ferme: ecco perché

Controlli sulla flotta dopo l’incidente ad una ciclista

Milano, 2 feb. (askanews) – Milano senza bici a pedalata assistita della flotta BikeMi, il bike sharing comunale attivo dal 2008. Igp, l’azienda che gestisce il servizio, ha confermato che stanno procedendo in questi giorni ad approfondite verifiche, che coinvolgono non solo tutta la flotta a pedalata assistita ma anche una parte di quelle meccaniche, classiche. Ma cosa ha provocato il ritiro di migliaia di mezzi? La scoperta di un problema al sellino, dopo l’incidente occorso ad una ciclista, utente Bikemi da sempre. Alessandra Velluto, giornalista di askanews.”Lunedì stavo andando al lavoro con una bicicletta a pedalata assistita di Bikemi e all’altezza del semaforo mi sono sentita sprofondare, la bicicletta ha iniziato a sbandare, non riuscivo a frenare, fortunatamente un veicolo ha bloccato gli altri, non sono stata travolta, fino a che sono caduta a terra”.È stato l’improvviso distacco del sellino a provocare la caduta, che per fortuna – dopo un passaggio in pronto soccorso – ha avuto come conseguenze solo ematomi ed escoriazioni. L’azienda ha contattato la ciclista in tempi brevi e ha immediatamente preso provvedimenti.”Mi hanno confermato che hanno bloccato tutte le bici che hanno quel sistema di sellino, circa 2.500; quelle a pedalata assistita sono state portate in magazzino per fare le verifiche tecniche e quelle tradizionali sono ferme negli stalli. Questa un’ottima cosa per la sicurezza perché la denuncia che io ho voluto fare era per la sicurezza degli utenti”Ancora non ci sono tempi certi per il ripristino completo del servizio.