Aerei, Iata: a novembre domanda traffico merci in calo del 13,7%

Walsh: le indicazioni dei mercati sono contrastanti

Roma, 9 gen. (askanews) – Rallenta la domanda mondiale di traffico aereo merci. Lo rileva la Iata, l’Associazione internazionale del trasporto aereo che ha reso noti i dati relativi al mese di novembre dei mercati globali del trasporto aereo di merci, da cui emerge che la domanda si è attenuata a causa del persistere di venti contrari all’economia.

La domanda globale, misurata in tonnellate-chilometro cargo (CTK), riferisce la Iata, è scesa del 13,7% rispetto a novembre 2021 (-14,2% per le operazioni internazionali). La capacità (misurata in tonnellate-chilometro di carico disponibili, ACTK) è stata inferiore dell’1,9% rispetto a novembre 2021. Si tratta della seconda contrazione su base annua, dopo la prima del mese scorso (ottobre), da aprile 2022. La capacità cargo internazionale è diminuita dello 0,1% rispetto a novembre 2021. Rispetto ai livelli pre-COVID-19 (novembre 2019), si è registrata una contrazione minore della domanda complessiva (-10,1%), mentre la capacità è diminuita dell’8,8%.

Vanno sottolineati diversi fattori del contesto operativo: i nuovi ordini di esportazione a livello globale, un indicatore principale della domanda di merci, sono rimasti stabili a ottobre. Per le principali economie, i nuovi ordini di esportazione sono in calo, tranne che in Germania, Stati Uniti e Corea del Sud, dove sono cresciuti. Il commercio mondiale di beni ha registrato un’espansione del 3,3% in ottobre. Dato l’indebolimento della domanda di trasporto aereo, ciò suggerisce che il trasporto marittimo è stato il principale beneficiario. Il dollaro USA si è fortemente apprezzato, aumentando la pressione sui costi, poiché molti di essi sono denominati in dollari. Tra questi, il carburante per aerei, già a livelli elevati.

L’indice dei prezzi al consumo per i Paesi del G7 è sceso dal 7,8% di ottobre al 7,4% di novembre, il maggior calo mensile del 2022. L’inflazione dei prezzi alla produzione (input) è scesa al 12,7% a novembre, il livello più basso finora registrato nel 2022. “Le prestazioni del trasporto aereo di merci si sono attenuate a novembre, la tradizionale stagione di punta. La resistenza di fronte alle incertezze economiche è dimostrata dalla domanda relativamente stabile su base mensile. Ma i segnali del mercato sono contrastanti. Novembre ha presentato diversi indicatori con un potenziale di rialzo: i prezzi del petrolio si sono stabilizzati, l’inflazione è rallentata e si è registrata una leggera espansione delle merci scambiate a livello globale. Tuttavia, la contrazione degli ordini di esportazione a livello globale e l’aumento dei casi di COVID in Cina richiedono un attento monitoraggio”, ha dichiarato Willie Walsh, Direttore Generale della Iata.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Dramma a Brescia: donna uccide il marito a coltellate davanti al figlio di 15 anni

BOLOGNA – Al magistrato, dopo aver confessato il delitto, avrebbe raccontato che i litigi in casa erano continui. Per questo sabato sera, al culmine...

Meloni gira boa,rave benzinai Messina Denaro parole chiave 100 giorni

Battesimo tra guerra, economia, migranti, Pnrr, antimafia politica estera Roma, 29 gen. (askanews) - Domani il governo di Giorgia Meloni compie i primi 100 giorni.La...

A Palazzo Farnese la collezione haute couture di Sylvio Giardina

Presentazione tra arte e moda con un progetto site-specific Roma, 28 gen. (askanews) - Palazzo Farnese, sede dell'Ambasciata di Francia in Italia, ha aperto le...

FOTO | VIDEO | Rugby, a Bologna arriva il ‘codice etico’ (che vale anche per i genitori)

BOLOGNA – In una delle sue più note definizioni il rugby è descritto come un “sport bestiale giocato da gentiluomini”. Del resto, nonostante la...

Muore neonato di 5 mesi: era stato dimesso dall’ospedale. La denuncia dei genitori

ROMA – Era stato visitato poche ore prima in ospedale per problemi respiratori, ma poi rimandato a casa. Ma nel giro di 24 ore,...

Potrebbero interessarti...