Asilo Savoia finalista ai “Be active Awards” dell’Unione Europea

Per la prima volta il tricolore sul podio

Roma, 10 nov. (askanews) – L’Azienda pubblica di servizi alla persona “Asilo Savoia”, già sul podio del “Be Inclusive Ue Awards” nel 2021, è finalista ai “Be Active Awards” 2022 della Commissione europea per la sezione “Across Generation” con il progetto “Social Trainer – Palestra della Salute”. Ne dà notizia in un comunicato stampa la stessa ASP, precisando che dall’istituzione del Premio europeo, avvenuta nel 2015, ad oggi è la prima volta in assoluto che un progetto e una organizzazione italiana si qualificano alla finale candidandosi così per la vittoria assoluta. La cerimonia conclusiva, nel corso della quale verranno comunicati i vincitori assoluti di ciascuna delle sezioni in cui si articola il Premio conferito dalla Commissione europea, si svolgerà il 28 novembre p.v. direttamente a Bruxelles, quando la giuria internazionale sarà chiamata a scegliere il vincitore assoluto tra i tre finalisti: ASP Asilo Savoia (Italy), Suomen Latu RY (Finland), Univerza V Ljubljani, (Slovenia). I #BeActive Awards hanno lo scopo di premiare e dare visibilità a progetti e iniziative che hanno promosso con successo lo sport e l’attività fisica in tutta Europa. Sono inoltre collegati al progetto HealthyLifeStyle4All e alla promozione dello sport verde e sostenibile. “E’ un grande onore – ha dichiarato il Presidente Massimiliano Monnanni – vedere sventolare il nostro tricolore alle finali europee di un premio così prestigioso. E’ la prima volta che accade in assoluto per l’Italia e ci sentiamo quindi investiti di una responsabilità ancora maggiore quando saremo a Bruxelles per la scelta finale. Già lo scorso anno – dichiara il Presidente di Asilo Savoia – con il programma “Talento & Tenacia” abbiamo sfiorato la vittoria nel Premio “Be Inclusive Eu Awards”, per aver ispirato il cambiamento di un intero quartiere attraverso la squadra di calcio del Montespaccato. E’ quindi il secondo anno consecutivo che rappresentiamo il nostro Paese ai massimi livelli dell’Unione europea quale esempio positivo dello sport di base, che include e promuove il protagonismo delle giovani generazioni. Un record assoluto, un riconoscimento unico ed al contempo una conferma internazionale molto importante per noi è per il nostro Paese. Ed è ancora più importante – conclude Monnanni – che a rappresentare l’Italia quale buona prassi sociale e sportiva a livello europeo sia un ente pubblico come il nostro, allo stesso tempo antico, ma che ha saputo rinnovarsi ed innovare traducendo la propria storia in servizi all’avanguardia, che realizzano con efficacia ed originalità percorsi e relazioni intergenerazionali attraverso lo sport di squadra.

Il Premio #BeActive Across Generations mira a premiare i progetti che promuovono lo sport intergenerazionale, sottolineando che tutti possono beneficiare di attività che migliorano la salute e il benessere. Ciò può includere la promozione di attività adatte a tutte le generazioni, la sensibilizzazione di tutte le generazioni per stili di vita sani, nonché un accesso più facile allo sport e alle attività fisiche per tutte le generazioni. Nel corso della finalissima di Bruxelles saranno inoltre attribuiti altri 3 premi per seguenti categorie: Premio #BeActive Education. Questo premio ha lo scopo di dimostrare come l’educazione possa incoraggiare i bambini ad essere attivi al di fuori della tipica attività sportiva/fisica che si svolge durante la normale giornata scolastica. Ciò può includere attività aggiuntive, pianificazione di giornate al di fuori della lezione incentrate sullo sport, attività doposcuola e altre soluzioni creative che creano un ambiente educativo attivo. Premio #BeActive Workplace. Questo premio celebra attività esemplari sul posto di lavoro che incoraggiano i dipendenti a essere più attivi. Ciò può includere ogni tipo di iniziativa che si svolge durante l’orario di lavoro, all’ora di pranzo o prima/dopo il lavoro, promuovendo un ambiente di lavoro attivo. Premio #BeActive Local Hero. Questo premio celebra i risultati individuali nel motivare gli altri a essere attivi. Il premio riconosce le persone che hanno lavorato in modo coerente per promuovere la partecipazione allo sport e/o all’attività fisica nella loro comunità o ambiente locale.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Rebellin, il ciclismo piange il campione

Da Nibali a Cipollini il ricordo dei protagonisti del pedale Roma, 30 nov. (askanews) - La tragica morte di Davide Rebellin ha sconvolto il mondo...

Mattarella rinsalda rapporti con Svizzera, siamo amici profondi. Stoppare cervelli in fuga

A Politecnico Zurigo incontra studenti e ricercatori italiani: dobbiamo offrirgli prospettive Zurigo, 30 nov. (askanews) - Oltre 110mila tra studenti e ricercatori italiani studiano e...

Occhiuto: in Calabria con me tolleranza zero su reati ambientali

"Difesa del suolo e lotta all'abusivismo in cima all'agenda politica" Roma, 30 nov. (askanews) - "Da un anno a questa parte, nella mia Regione, da...

Imballaggi, tutti gli obiettivi del nuovo regolamento Ue

Tutti i rifiuti dovranno essere riciclati o riusati entro il 2030 Bruxelles, 30 nov. (askanews) - La Commissione europea ha presentato oggi a Bruxelles una...

Ischia, Rampelli (FdI): no condono nei programmi, sì sostituzione case

"Liberare aree a rischio sismico o idrogeologico, legali o illegali" Roma, 30 nov. (askanews) - "Nel corso dei decenni l'Italia è stata falcidiata e sfigurata...

Potrebbero interessarti...