Città Metropolitana Napoli, al via riforestazione del Monte Faito

Dopo gli incendi nell’estate 2017

Roma, 9 nov. (askanews) – Interventi di forestazione delle aree del Monte Faito di proprietà della Città Metropolitana di Napoli e della Regione Campania percorse da incendi nell’estate 2017.

Un importante impegno finanziario e tecnico dell’ Amministrazione in campo ambientale annunciato giovedì scorso dal Vicesindaco della Città Metropolitana di Napoli Giuseppe Cirillo, intervenuto a Striano alla kermesse per il decennale di attività del quotidiano on line “Il Fatto Vesuviano”.

Con propria deliberazione, il Sindaco Metropolitano Gaetano Manfredi ha approvato gli elaborati progettuali di un accordo quadro per gli interventi di forestazione delle aree del Monte Faito di proprietà della Città Metropolitana di Napoli e della Regione Campania.

La procedura, del valore di 1.504.999,91 euro, è finanziata con fondi PNRR.

L’area oggetto di intervento è rappresentata da terreni, in proprietà indivisa, della Città Metropolitana di Napoli e della Regione Campania ubicate sul Monte Faito nel territorio comunale di Vico Equense

A seguito degli incendi avvenuti nell’agosto 2017 diverse aree sul rilievo montuoso sono state devastate.

Tale circostanza ha creato i presupposti, venuti meno alberi e arbusti, per il verificarsi di numerosi fenomeni di dissesto idrogeologico consistenti prevalentemente con il distacco di detriti rocciosi che, rovinando verso valle, hanno creato seri problemi alla circolazione veicolare, in particolare sulla ex SS269 del Monte Faito.

L’intervento di forestazione, oltre a migliorare e ripristinare l’ecosistema attualmente in crisi, avrà come conseguenza diretta un migliore deflusso dell’ acqua piovana e la stabilizzazione dei versanti.

Più dettagliatamente, di seguito, in elenco, le principali tipologie di lavorazioni che costituiranno oggetto dell’ appalto:

– Sistemazione idraulico-forestale e lavorazione localizzata del terreno mediante segmenti di gradoni – Messa a dimora del materiale vivaistico (in contenitore – fitocella) – Cure colturali e gestione del soprassuolo – Direzioni tecnica cantiere forestale e sicurezza sul lavoro -Cure tecnico-forestali nel medio-lungo periodo (monitoraggio).

Viva e profonda soddisfazione hanno espresso i Consiglieri Metropolitani Giuseppe Tito, con delega in materia di Mare, Coste, Costoni e Monte Faito e Rosario Andreozzi, , con delega in materia di Ambiente, Tutela biodiversità e della fauna selvatica, Salute e Terzo settore. Un particolare plauso è stato rivolto agli Uffici della Direzione Patrimonio dal consigliere, con delega in materia di Patrimonio e Beni comuni, Antonio Sabino.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Rebellin, il ciclismo piange il campione

Da Nibali a Cipollini il ricordo dei protagonisti del pedale Roma, 30 nov. (askanews) - La tragica morte di Davide Rebellin ha sconvolto il mondo...

Mattarella rinsalda rapporti con Svizzera, siamo amici profondi. Stoppare cervelli in fuga

A Politecnico Zurigo incontra studenti e ricercatori italiani: dobbiamo offrirgli prospettive Zurigo, 30 nov. (askanews) - Oltre 110mila tra studenti e ricercatori italiani studiano e...

Occhiuto: in Calabria con me tolleranza zero su reati ambientali

"Difesa del suolo e lotta all'abusivismo in cima all'agenda politica" Roma, 30 nov. (askanews) - "Da un anno a questa parte, nella mia Regione, da...

Imballaggi, tutti gli obiettivi del nuovo regolamento Ue

Tutti i rifiuti dovranno essere riciclati o riusati entro il 2030 Bruxelles, 30 nov. (askanews) - La Commissione europea ha presentato oggi a Bruxelles una...

Ischia, Rampelli (FdI): no condono nei programmi, sì sostituzione case

"Liberare aree a rischio sismico o idrogeologico, legali o illegali" Roma, 30 nov. (askanews) - "Nel corso dei decenni l'Italia è stata falcidiata e sfigurata...

Potrebbero interessarti...