Conte (Leu): Mezzogiorno protagonista per una nuova sfida europea

All’evento sono intervenuti il sindaco Manfredi con i ministri Orlando e Speranza

“Napoli può essere la capitale di un nuovo Sud e da Napoli può ripartire una proposta politica che guardi al Mezzogiorno e al Mediterraneo come una nuova opportunità per l’intero continente.

I nostri porti potrebbero diventare un hub strategico per intercettare il traffico commerciale e farlo passare attraverso i porti del Sud. Sarà una opportunità non solo per l’Italia ma per l’Europa intera che può riequilibrare lo sviluppo verso i continenti nuovi visto che verso Est ci sono problemi, così come si vede dalla crisi dei rapporti tra Russia e Ucraina”.

Lo ha detto Federico Conte, deputato di Liberi e uguali nella sala delle conferenze della Camera di commercio di Napoli, a conclusione dei lavori dell’Agorà democratica, un vero forum programmatico sul Mezzogiorno, che ha coordinato e organizzato, dal titolo “L’Italia mediterranea”.

“Si parla più delle opportunità di Napoli e del Mezzogiorno in Europa che a Napoli e nel Mezzogiorno – ha continuato Conte -. Dobbiamo recuperare la consapevolezza dei nostri mezzi, delle nostre potenzialità e organizzarci per renderli un’opportunità concreta”.

Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, intervenendo da remoto all’evento, ha sottolineato che “l’Europa ha deciso di investire sul proprio Mezzogiorno, si tratta di capire se l’Italia ha deciso fino in fondo di investire sul proprio Mezzogiorno.

La risposta se guardiamo i numeri è sì, ma i numeri non bastano, perché c’è un tema enorme di mettere le amministrazioni nelle condizioni di vincere questa sfida”.

“Io penso – ha proseguito – che questa grande massa di investimenti può consentire di creare procedure, forme organizzative che rimangano anche dopo il Pnrr. Si tratta di capire se siamo in grado in qualche modo di aggiustare il treno mentre il treno sta correndo, mentre non ci si può fermare”.

Secondo il ministro della Salute, Roberto Speranza, “le risorse del Pnrr consegnano una grande finestra di opportunità al nostro Paese, che vogliamo provare a spendere in modo intelligente per trasformare la crisi di questi anni in reale opportunità di crescita e sviluppo.

Questo orizzonte – sottolinea il ministro – è vero per l’Italia, ma è particolarmente vero per il Mezzogiorno, che vive una stagione di opportunità che non possiamo permetterci di non utilizzare al meglio delle nostre potenzialità.

E’ un’occasione davvero senza precedenti, che vale per tutti gli ambiti, penso alle diseguaglianze materiali, infrastrutturali, penso alle potenzialità di sviluppo in materia di ambiente, di ecosostenibilità, della cultura e del turismo e penso, in particolare, alla straordinaria opportunità che abbiamo di recuperare una migliore qualità dei servizi sanitari nel Mezzogiorno”.

Al convegno, moderato dalla consigliera regionale Bruna Fiola, ha introdotto i lavori il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi e hanno partecipato, tra gli altri, l’eurodeputato Andrea Cozzolino, i parlamentarti Rina De Lorenzo, Paolo Siani e Umberto del Basso De Caro.

ARTICOLI RECENTI

Damiano nuovo direttore scientifico di Lablaw

ROMA – Cesare Damiano da giugno 2022 è il Direttore Scientifico di LabLaw Academy. Damiano, già Ministro del lavoro e Presidente della Commissione lavoro...

VIDEO | Con Apalutamide c’è una nuova speranza contro il tumore alla prostata

MILANO – Una nuova speranza nella lotta al tumore alla prostata. È stata infatti approvata da Aifa la rimborsabilità di Apalutamide, farmaco antitumorale in...

Diabete, con accordo Roche e Dexcom arriva in Italia il monitoraggio in tempo reale della glicemia

ROMA – Roche (SIX: RO, ROG; OTCQX: RHHBY) e Dexcom, Inc. (NASDAQ:DXCM) hanno annunciato oggi la firma di un accordo definitivo di distribuzione relativo...

Vitri (Pd): “Le Marche rischiano di perdere altre guardie mediche”

ANCONA – “Si rischiano altre perdite di guardie mediche per i ritardi della Regione”. È la denuncia della consigliera regionale Micaela Vitri (Pd) che...

Luca Argentero: “Ci siamo preparati per ‘Doc’ grazie ai medici del ‘Gemelli’”

ROMA – “Per la preparazione di ‘Doc' io e tutto il cast abbiamo frequentato il Policlinico Gemelli di Roma, il professor Raffaele Landolfi, direttore...

Potrebbero interessarti...