Domani riaprono le scuole. Giannelli (Anp): “Vaccinato oltre l’80% del personale”

ROMA – “Si ritorna in presenza con docenti e collaboratori vaccinati. Da questo punto di vista sono stati fatti passi in avanti perché è stato vaccinato circa l’80% del personale scolastico. Per quanto riguarda invece le altre condizioni – un piano di screening con tamponi veloci e la messa in sicurezza dei mezzi pubblici – non si registrano passi in avanti”. Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale dirigenti pubblici della scuola (Anp), fa il punto della situazione in vista del rientro in classe di domani, che coinvolgerà oltre 5milioni di studenti. Nelle zone arancioni si tornerà in presenza fino alla terza media e al 50% nelle secondarie di secondo grado, mentre nelle zone rosse si potrà frequentare in presenza fino alla prima media.

“Non riapriamo nelle stesse condizioni di prima- continua Giannelli- La situazione è migliore proprio grazie ai vaccini. Il problema è che il personale scolastico ha un’età media elevata, quindi era necessario vaccinarlo. Resta il rischio di circolazione tra gli studenti, ma è un rischio che non è legato solo alla scuola”. Per quanto riguarda invece la mancanza di un piano di screening, Giannelli ha detto che “effettuale questa operazione su tutta la popolazione studentesca è un’operazione di grandi dimensioni, e attualmente non ci sono i numeri sufficienti per condurla. Fatto sta che non si sta portando avanti. È un’operazione che dipende non solo dal ministero dell’Istruzione, ma dall’organizzazione con il ministero della Salute, le Regioni, la protezione civile e l’esercito. Senza questo coordinamento è difficile varare un piano così articolato”.

Intanto, le scuole continuano a fare la loro parte: distanziamento di un metro tra gli alunni, mascherine e sanificazione degli spazi. “Il problema è capire se queste misure sono sufficienti con le nuove varianti, ma da parte del Cts sappiamo che sembra essere così. Certamente non si può certamente impedire che il virus passi da una famiglia all’altra grazie al contatto con i bambini”. Infine, sul recupero delle ore perse, il presidente Anp ha precisato che “parlare di ore perse è improprio: operatori e alunni hanno fatto il loro lavoro. Il numero di ore è stato quello canonico, certamente qualcosa si potrebbe fare dopo la chiusura delle lezioni ufficiali. Come attività volte al recupero della socialità e al recupero di alcune materie, basandosi anche su personale esterno alla scuola”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Domani riaprono le scuole. Giannelli (Anp): “Vaccinato oltre l’80% del personale” proviene da Ragionieri e previdenza.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Dramma a Brescia: donna uccide il marito a coltellate davanti al figlio di 15 anni

BOLOGNA – Al magistrato, dopo aver confessato il delitto, avrebbe raccontato che i litigi in casa erano continui. Per questo sabato sera, al culmine...

Meloni gira boa,rave benzinai Messina Denaro parole chiave 100 giorni

Battesimo tra guerra, economia, migranti, Pnrr, antimafia politica estera Roma, 29 gen. (askanews) - Domani il governo di Giorgia Meloni compie i primi 100 giorni.La...

A Palazzo Farnese la collezione haute couture di Sylvio Giardina

Presentazione tra arte e moda con un progetto site-specific Roma, 28 gen. (askanews) - Palazzo Farnese, sede dell'Ambasciata di Francia in Italia, ha aperto le...

FOTO | VIDEO | Rugby, a Bologna arriva il ‘codice etico’ (che vale anche per i genitori)

BOLOGNA – In una delle sue più note definizioni il rugby è descritto come un “sport bestiale giocato da gentiluomini”. Del resto, nonostante la...

Muore neonato di 5 mesi: era stato dimesso dall’ospedale. La denuncia dei genitori

ROMA – Era stato visitato poche ore prima in ospedale per problemi respiratori, ma poi rimandato a casa. Ma nel giro di 24 ore,...

Potrebbero interessarti...