Emergenza Coronavirus, i commercialisti di Napoli Nord donano 5mila euro all’Ospedale Cotugno

Avviata anche una raccolta fondi da parte dei professionisti a favore del centro di eccellenza per le malattie infettive di Napoli
 AVERSA – L’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord, presieduto da Antonio Tuccillo, ha deliberato di donare cinquemila euro a favore dell’Ospedale Cotugno di Napoli, centro di eccellenza per le malattie infettive della Campania.
“Oltre al contributo, di concerto con i consiglieri e i revisori dei conti, abbiamo deciso di lanciare anche una raccolta fondi – ha sottolineato Tuccillo -, convinti che l’aiuto concreto di ognuno di noi costituisca il tassello fondamentale per vincere la pandemia in atto”.
“Ho scritto a tutti i nostri iscritti chiedendo uno sforzo personale, estendendo l’invito a clienti, amici e familiari, affinché il contributo del nostro Ordine possa essere significativo nella lotta contro questo male e per consentire ulteriormente al personale medico e paramedico  di ‘battersi’, in questa tragica emergenza sanitaria, per il Bene della Comunità”.
“La nostra iniziativa – ha concluso il numero uno dell’Odcec Napoli Nord – è solo una goccia nell’oceano della solidarietà, ma è il segno del nostro impegno, della nostra partecipazione e del nostro apprezzamento verso tutti coloro che sono impegnati  in questa straordinaria emergenza”.
IBAN Odcec Napoli nord: IT 78 O 02008 74793 000103190694 UNICREDIT S.p.A. Causale: Contributo Ospedale Cotugno – Emergenza Coronavirus

I commercialisti a sostegno dell'ospedale dei Colli

L’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord, presieduto da Antonio Tuccillo, ha deliberato di donare cinquemila euro a favore dell’Ospedale Cotugno di Napoli, centro di eccellenza per le malattie infettive della Campania.“Oltre al contributo, di concerto con i consiglieri e i revisori dei conti, abbiamo deciso di lanciare anche una raccolta fondi – ha sottolineato Tuccillo -, convinti che l’aiuto concreto di ognuno di noi costituisca il tassello fondamentale per vincere la pandemia in atto”.“Ho scritto a tutti i nostri iscritti chiedendo uno sforzo personale, estendendo l’invito a clienti, amici e familiari, affinché il contributo del nostro Ordine possa essere significativo nella lotta contro questo male e per consentire ulteriormente al personale medico e paramedico di ‘battersi’, in questa tragica emergenza sanitaria, per il Bene della Comunità”. “La nostra iniziativa – ha concluso il numero uno dell’Odcec Napoli Nord – è solo una goccia nell’oceano della solidarietà, ma è il segno del nostro impegno, della nostra partecipazione e del nostro apprezzamento verso tutti coloro che sono impegnati in questa straordinaria emergenza".IBAN Odcec Napoli nord: IT 78 O 02008 74793 000103190694 UNICREDIT S.p.A. Causale: Contributo Ospedale Cotugno – Emergenza Coronavirus

Posted by SIcomunicazione on Thursday, 19 March 2020

 

ARTICOLI RECENTI

Entrano in vigore le nuove regole per i congedi parentali: ecco le novità

“Da oggi entrano definitivamente a regime i nuovi congedi parentali. Un passo importante verso una genitorialità equamente condivisa, un uso paritario del tempo e...

Aimo: “No a messaggi fuorvianti su cornee artificiali”

ROMA – “L'Associazione Italiana Medici Oculisti desidera fare delle precisazioni riguardo agli articoli sensazionalistici apparsi sulla stampa in merito ai risultati dello studio sulle...

Lombardia regione più colpita da vaiolo delle scimmie, 283 contagi

ROMA – In Italia non si ferma la crescita del numero dei contagi di vaiolo delle scimmie. Secondo l'ultimo bollettino del ministero della Salute,...

La Cgil di Rimini: “Qui nel commercio e nel turismo si lavora anche per un euro all’ora”

BOLOGNA – A Rimini “il grave sfruttamento lavorativo, più che in agricoltura, lo ritroviamo in certi negozi, ristoranti e alberghi dove si lavora anche...

Elezioni, Bassetti: “I positivi al Covid possono votare indossando la mascherina Ffp2”

ROMA – “Nei giorni prossimi al voto non vorrei trovarmi in un momento in cui magari sono ripresi i contagi da Covid e c'è...

Potrebbero interessarti...