Expo 2020, la sfida ecosostenibile di Graded per Dubai: una fattoria interamente alimentata da fonti rinnovabili

ALTRI ARTICOLI

La fanno cantare per scherzo, ma apre bocca e i social impazziscono

continua a leggere sul sito di riferimento

Lecce verso la Roma, Meccariello in gruppo

Seduta di allenamento per la squadra di Liverani, in vista del prossimo impegno di campionato continua a leggere sul...

Cucinotta e le altre, 21 ritratti di donne siciliane nel libro «Fimmina» di Pucci Scafidi

L'ultima opera del fotografo palermitano. Attrici, imprenditrici, scrittrici: il racconto per immagini di personalità fuori dal comune continua a...

Una fattoria ecologica capace di operare e autosostenersi sfruttando fonti energetiche rinnovabili come sole e biomasse. Si chiama “Green Farm” la sfida per l’Expo Dubai 2020 che si propone Graded, azienda napoletana che opera da 60 anni nel mercato della progettazione, realizzazione, installazione, gestione e manutenzione di impianti tecnologici, di cogenerazione industriale e di produzione di energia ad alta efficienza, da fonti tradizionali e rinnovabili. Un’intuizione avveniristica che la società partenopea sta realizzando, in via sperimentale e in collaborazione con il Dipartimento di Agraria della Federico II, su un’azienda agricola di Castel Volturno di proprietà del Dipartimento.

Si tratta di un progetto ideato quattro anni fa dagli studenti dell’Istituto Tecnico Industriale Augusto Righi di Fuorigrotta insieme agli ingegneri Graded nell’ambito dell’iniziativa “Studiare l’impresa, l’impresa di studiare”, che nella fase di lancio aveva già partecipato all’Expo 2015 di Milano. Ora l’azienda della famiglia Grassi, guidata in seconda generazione da Vito e dal fratello Federico, punta all’esposizione universale del 2020 – che sarà focalizzata sul tema dell’efficientamento energetico – portando negli Emirati Arabi risultati concreti: le analisi dei dati ricavati dalle produzioni energetiche realizzate nell’azienda pilota.

Nel frattempo l’azienda scalda i motori con una prima missione negli Emirati Arabi, che si è tenuta a fine ottobre in occasione 21esima edizione del “WETEX Dubai”, la principale manifestazione fieristica annuale dedicata all’acqua, all’energia, alla tecnologia e all’ambiente (“Water, Energy, Technology, and Environment Exhibition”). Tre i progetti chiave presentati al Convention and Exhibition Centre di Dubai: oltre alla “Green Farm”, il sistema di efficientamento energetico realizzato per il Policlinico di Napoli Federico II, già riconosciuto come “case study” pionieristico al Forum Salute di Firenze; e “Geogrid”, un progetto di ricerca sulla geotermia che Graded sta portando avanti in collaborazione con l’Università Parthenope, la Federico II di Napoli e l’INGV.

ULTIM'ORA

La fanno cantare per scherzo, ma apre bocca e i social impazziscono

continua a leggere sul sito di riferimento

Lecce verso la Roma, Meccariello in gruppo

Seduta di allenamento per la squadra di Liverani, in vista del prossimo impegno di campionato continua a leggere sul sito di riferimento

Cucinotta e le altre, 21 ritratti di donne siciliane nel libro «Fimmina» di Pucci Scafidi

L'ultima opera del fotografo palermitano. Attrici, imprenditrici, scrittrici: il racconto per immagini di personalità fuori dal comune continua a leggere sul sito di riferimento

Lo scempio della piccola Fatima scuote il Messico:  choc e proteste

Rapita all'uscita da scuola, ritrovata morta in una discarica. "Particolare brutalità» continua a leggere sul sito di riferimento

Perché 15 anni di salvataggi Alitalia non hanno funzionato

Perché 15 anni di salvataggi Alitalia non hanno funzionato… Continua a leggere sul sito di riferimento L'articolo Perché 15 anni di salvataggi Alitalia non hanno funzionato...

Potrebbero interessarti anche...