Girano finto reportage sulla ‘ndrangheta in Lombardia e lo vendono a Discovery

di Marialaura Iazzetti

MILANO – Hanno scritturato degli attori. Hanno girato un reportage falso sui movimenti della ‘ndrangheta in Lombardia. E l’hanno venduto alla società ‘Discovery Italia’ per 425.000 euro. A due anni di distanza, concluse le indagini preliminari, la Procura di Milano ha notificato un avviso di garanzia ai quattro responsabili (uno residente in Italia, a Marcianise, gli altri tre in Spagna). Il reato ipotizzato è truffa in concorso. Il provvedimento è stato emesso dalla procuratrice, Alessandra Cerreti.

Il reportage era stato trasmesso a novembre 2019 sul canale ‘Nove’. ‘Discovery Italia’ pensava che i soggetti filmati fossero reali e che i reporter si fossero infiltrati sotto copertura per venire a conoscenza di quelle informazioni. Ad accorgersi che i fatti raccontati non corrispondevano alla realtà, è stato un carabiniere che, guardando in televisione il servizio, ha riconosciuto un palazzo, indicato falsamente dagli autori come luogo dove abitualmente la ‘ndrangheta raffinava la cocaina importata a Milano prima di metterla in vendita sul mercato nero.

Ma, come spiegano i carabinieri del comando provinciale di Milano alla ‘Dire’, in realtà quello era uno stabile “normalissimo”, conosciuto anche dallo stesso militare. Insospettito dalla vicenda, il carabiniere ha scritto una relazione, che è stata poi mandata alla Procura del capoluogo lombardo. È bastato andare a vedere chi avesse fatto il reportage, verificare i fatti per poi rendersi conto della falsità delle informazioni riportate. Per adesso, i carabinieri del Comando provinciale di Milano riferiscono che il provvedimento dell’autorità giudiziaria è stato notificato al 53enne italiano (già pregiudicato per reati di corruzione, favoreggiamento, accesso abusivo a sistema informatico e rivelazione di segreto d’ufficio). Agli altri tre imputati spagnoli (una giornalista 43enne e due responsabili di una società di produzione di documentari) l’avviso di garanzia sarà consegnato dalle forze dell’ordine spagnole.

LEGGI ANCHE: Rock City, a Milano la mostra per rivivere la grande stagione rock

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Girano finto reportage sulla ‘ndrangheta in Lombardia e lo vendono a Discovery proviene da Ragionieri e previdenza.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Rischio dimissioni per 150 piccoli pazienti del centro Aias di Afragola

ROMA – Rischio dimissioni per bambini disabili all’Aias di Afragola, stando ad una circolare affissa dal centro di riabilitazione, circa 150 piccoli pazienti potrebbero...

Nissan Futures: dal 4 febbraio all’1 marzo il futuro della mobilità

Presentato Max-Out, concept cabrio 100% elettrico Milano, 2 feb. (askanews) - Dal 4 febbraio al 1° marzo, presso la Nissan Global Headquarters Gallery, si terrà...

Va in scena “Closer”, dal 9 febbraio al Teatro Argot Studio di Roma

Commedia drammatica su relazioni sociali, tratta da pluripremiato testo di Marber Roma, 2 feb. (askanews) - Quando i legami raccontano intrighi e falsità per nascondere...

Don Davide Banzato: Un Mondo non umano. Un perdono che sembra ingiusto

Riflessione del sacerdote di Nuovi Orizzonti: Dalla morte di Thomas ad Alatri alle atroci violenze di Emelda in Africa Roma, 2 feb. (askanews) - Lunedì...

Cospito, Meloni: 41 bis non dipende da me ma lo Stato non tratta

"Cospito già graziato nel 1991, poi è andato a sparare..." Milano, 2 feb. (askanews) - La decisione sulla revoca del 41 bis non spetta al...

Potrebbero interessarti...