Il “Consultech” nelle professioni giuridico economiche

Forum promosso dall’Unione Italiana Commercialisti per discutere di intelligenza artificiale

Il tema dell’intelligenza artificiale applicata al mondo delle professioni è stato al centro di un dibattito organizzato dal sindacato “Un.i.co.” (Unione Italiana Commercialisti), cui hanno preso parte rappresentanti dei professionisti dell’area giuridico economica.

Al confronto, coordinato dal presidente del Sindacato Nazionale per la Tutela dei Commercialisti, Domenico Posca, dopo i saluti di Vincenzo Moretta (presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli), hanno preso parte Claudio Rorato (direttore dell’Osservatorio Professionisti e Innovazione Digitale del Politecnico di Milano) che ha esortato la platea a non valutare le prospettive offerte dalle tecnologie ai professionisti con lo sguardo rivolto al passato.

A seguire Vincenzo Tiby (consigliere delegato all’Information Technology dell’Odcec di Napoli) ha puntualizzato l’impegno della categoria nella digitalizzazione del fisco.

Maria Teresa Salimbeni (docente e avvocato, partner dello Studio Toffoletto De Luca Tamajo) ha sottolineato la necessità di investimenti in tecnologie da parte degli avvocati per essere pronti alle innovazioni tecnologiche e ha parlato della nuova frontiera dagli algoritmi di giustizia predittiva.

Roberto Corno (consulente del lavoro e partner dello Studio Toffoletto De Luca Tamajo) ha affermato la centralità dei giovani consulenti per la loro predisposizione naturale alle nuove tecnologie e ha presentato ‘Futuhro’, un servizio legaltech in ambito lavoristico che consente di ottimizzare la gestione del personale a tutto tondo.

Il notaio Angelo Nigro, infine, ha spiegato come il notariato da sempre è al passo della tecnologia e non ritiene questa una minaccia, bensì un’opportunità.

Le conclusioni del workshop sono state affidate al numero uno di Un.i.co., Domenico Posca, che dopo aver spiegato come ha coniato il termine Consultech, ha messo sul tavolo due questioni fondamentali: la necessità di governare e non subire il cambiamento epocale rappresentato dall’intelligenza artificiale applicata ai servizi professionali e la straordinaria opportunità rappresentata dai fondi del NextGenerationEU pari a oltre 46 miliardi, destinati al nostro paese per la digitalizzazione, parte dei quali dovranno andare a finanziare il Consultech, agli oltre 3 milioni di professionisti italiani.

L’articolo Il “Consultech” nelle professioni giuridico economiche proviene da Notiziedi.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Milano, Salvini incorona Albertini: “Ottimo sindaco per il futuro”

Di Nicola Mente MILANO – È Gabriele Albertini la carta giusta che il centrodestra potrebbe schierare nella corsa contro Giuseppe Sala alle comunali di Milano...

Un docufilm racconta Giovanni Capurro, autore di ‘O sole mio,

NAPOLI – “Giovanni Capurro. L'eredità, l'antologia”, questo il titolo del documentario che l'associazione Giano Bifronte dedica all'autore partenopeo che, forse più di altri, ha...

Covid, in arrivo il pass per spostarsi liberamente e partecipare ad eventi culturali e sportivi

ROMA – Il decreto che il governo si prepara a varare per le riaperture prevede l'istituzione di un pass che attesti la sussistenza di...

Giovani commercialisti: “Innovazione strategica per il futuro dei professionisti”

NAPOLI – “L'innovazione può rappresentare il futuro della professione di dottore commercialista. La pandemia ha accelerato i processi e oggi la digitalizzazione è divenuta...

Covid, nelle ultime 24 ore 15.943 nuovi casi e 429 morti

ROMA – Sono 15.943 i nuovi casi per coronavirus registrati in Italia nelle ultime ventiquattro ore a fronte di 327.704 tamponi effettuati. Il tasso...

Potrebbero interessarti...