Il paradosso di Putin su Navalny, “lo avessimo avvelenato noi sarebbe morto” 

AGI – Il presidente russo, Vladimir Putin, ha negato il coinvolgimento dei servizi russi nell’avvelenamento del suo principale oppositore, Alexei Navalny. E la sua spiegazione è molto semplice: se l’avessero fatto i servizi russi sarebbe morto. “Il paziente della clinica di Berlino ha il sostegno dei servizi americani e così com’è, deve essere monitorato dai servizi segreti. Ma questo non significa che sia stato avvelenato”, ha detto il capo del Cremlino senza mai nominare Navalny, durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno,. “Se avessimo voluto, il lavoro sarebbe stato completato”, ha sbottato.

L’ira contro l’inchiesta giornalistica

Putin ha alluso a Navalny soltanto indicando il luogo del ricovero in ospedale dopo il sospetto avvelenamento.

Continua a leggere sul sito di riferimento

L’articolo Il paradosso di Putin su Navalny, “lo avessimo avvelenato noi sarebbe morto” proviene da Notiziedi.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Tg Politico Parlamentare, edizione dell’1 marzo 2021

COVID, VIA ARCURI IN CAMPO IL GENERALE FIGLIUOLO Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il Generale di Corpo d'Armata, Francesco Paolo Figliuolo,...

Malattie rare: ecco cosa dicono le ministre Dadone, Stefani e Bonetti

ROMA – L'intergruppo Parlamentare delle Malattie Rare, insieme all'Alleanza per le Malattie Rare e con il supporto comunicativo di OMaR, in attesa di sapere...

Draghi silura Arcuri, Conte leader del M5S competitor del Pd

ROMA – Tanti saluti e grazie. Per battere il Covid meglio l'esercito. Il premier Mario Draghi non ha perso tempo e in quattro e...

Il generale Figliuolo commissario straordinario Covid, fuori Arcuri

ROMA – Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il Generale di Corpo d'Armata Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l'emergenza...

Lavorare nel turismo con il gruppo Swadeshi: come candidarsi

La stagione turistica è alle porte. Pandemia permettendo, con l'inoltrarsi della primavera 2021 gli alberghi e i villaggi torneranno a riempirsi. Per questo, il...

Potrebbero interessarti...