Il senatore Crisanti cerca casa al Pantheon: “Ma voglio spendere pochissimo”

ROMA – “Quando sono a Roma” per andare in Senato “dormo ancora in hotel e infatti ora sto cercando una casa. Faccio un appello: cerco un appartamento in zona Pantheon, in pieno centro, di due stanze, bagno, 50 o 60 metri quadri a un prezzo basso. Quanto voglio spendere? Pochissimo, intorno ai 1.000 euro”. Questa la richiesta del virologo e senatore Pd Andrea Crisanti che, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, oggi ha raccontato delle sue peripezie per trovare una casa per i giorni della settimana in cui si trova a Roma.

Con quelle cifre però è difficile trovare un appartamento in uno delle zone più belle della Capitale. I conduttori della trasmissione Giorgio Lauro e Geppi Cucciari chiedono al senatore: “Ha in mente delle soluzioni alternative?” E Crisanti ammette che l’impresa si preannuncia tutt’altro che facile: “Infatti so di colleghi che vanno in un convento di monache, sempre in quella zona, e pagano circa 60 euro. Quasi tutto il Pd sta da loro, ci vanno molti politici”, svela il senatore dem.

CRISANTI: “ALLE PRIMARIE PD VOTO ELLY SCHLEIN”

Nel corso dell’intervista, Crisanti svela anche che alle primarie del Pd “voto per Elly Schlein, lei porta un vento di novità nel partito, spariglia le dinamiche delle correnti ed è sensibile ai temi sociali. Bonaccini? Ottimo candidato pure lui”. E sul dibattito a proposito del cambio di nome del suo partito, il senatore dichiara: “Rimarrà Pd, per me Partito Democratico va bene, al massimo ci possiamo chiamare Nuovo Partito Democratico”.

CRISANTI: “ESCLUDERE MADAME DA SANREMO”

Infine, Crisanti rimette il camice di medico per commentare le polemiche su Madame, indagata per non essersi vaccinata contro il Covid, con Amadeus che ha confermato la sua partecipazione a Sanremo: È un fatto grave e secondo me Madame dovrebbe essere esclusa dal Festival Sanremo come lo fu il tennista Djokovic dagli Australian Open. È una questione di civiltà e di esempio”.

LEGGI ANCHE: Madame: “Non ho fatto il vaccino anti-Covid, ora ho cambiato idea”

Per il senatore, “è un problema di menzogne. Non so se mentire si configuri come un reato ma si configura come un’azione che non è eticamente accettabile, perché tutti ci siamo vaccinati per il bene comune. Mentire mi sembra troppo”, conclude Crisanti.
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Rischio dimissioni per 150 piccoli pazienti del centro Aias di Afragola

ROMA – Rischio dimissioni per bambini disabili all’Aias di Afragola, stando ad una circolare affissa dal centro di riabilitazione, circa 150 piccoli pazienti potrebbero...

Nissan Futures: dal 4 febbraio all’1 marzo il futuro della mobilità

Presentato Max-Out, concept cabrio 100% elettrico Milano, 2 feb. (askanews) - Dal 4 febbraio al 1° marzo, presso la Nissan Global Headquarters Gallery, si terrà...

Va in scena “Closer”, dal 9 febbraio al Teatro Argot Studio di Roma

Commedia drammatica su relazioni sociali, tratta da pluripremiato testo di Marber Roma, 2 feb. (askanews) - Quando i legami raccontano intrighi e falsità per nascondere...

Don Davide Banzato: Un Mondo non umano. Un perdono che sembra ingiusto

Riflessione del sacerdote di Nuovi Orizzonti: Dalla morte di Thomas ad Alatri alle atroci violenze di Emelda in Africa Roma, 2 feb. (askanews) - Lunedì...

Cospito, Meloni: 41 bis non dipende da me ma lo Stato non tratta

"Cospito già graziato nel 1991, poi è andato a sparare..." Milano, 2 feb. (askanews) - La decisione sulla revoca del 41 bis non spetta al...

Potrebbero interessarti...