“La mafia non si ferma, lo Stato curi il disagio sociale”, avverte Lo Voi

​I giorni del ricordo in tempi di lockdown, con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che avrebbero affrontato il blocco delle attività per via del Covid-19 “continuando a lavorare”, loro che non prendevano mai ferie. La mafia, tutt’altro che debellata, pronta ad approfittare dell’emergenza, ma non si ferma Cosa nostra e nemmeno la procura di Palermo lo fa. La necessità di affiancare un’opera di risanamento morale al lavoro di inquirenti e investigatori. Lo dice all’AGI il capo della Dda del capoluogo siciliano, Francesco Lo Voi, che crede nelle opportunità offerte da una memoria priva di retorica.

Il lockdown costringe a un 23 maggio diverso,

Continua a leggere sul sito di riferimento

L’articolo “La mafia non si ferma, lo Stato curi il disagio sociale”, avverte Lo Voi proviene da Notiziedi.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Tensione al Circo Massimo, lancio fumogeni durante manifestazione Fn

ROMA (ITALPRESS) – Momenti di tensione al Circo Massimo nel giorno della protesta contro il governo Conte organizzata da Forza Nuova e dal gruppo...

“Non possiamo vivere in quarantena perenne”, dice Tognotti

AGI – Non possiamo vivere “in una quarantena perenne, circondati da un cordone sanitario di mascherine, guanti, gel, distanziamento, linee guida e ordinanze. Il...

Corteo e slogan, in migliaia sfilano in centro per protestare contro la crisi

Tanti, secondo gli organizzatori, sono i partecipanti all'iniziativa promossa da varie sigle sindacali, rappresentanti di lavoratori e giovani antagonisti Continua a leggere...

Circo Massimo, scontri ultrà-polizia: fermati 4 napoletani

Bombe carta e bottiglie contro le forze dell'ordine alla manifestazione promossa da Forza Nuova e ultras a Roma Continua a leggere sul...

Coronavirus, 270 positivi in più e 72 decessi

A oggi, 6 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 234.801, con un incremento rispetto a ieri di 270...

Potrebbero interessarti...