La partita geopolitica sui vaccini 

AGI – Viktor Orban lo aveva annunciato alla fine di ottobre: l’Ungheria avrebbe guardato ai vaccini cinesi e a quello russo per far fronte in tempi rapidi alla pandemia. Ora lo sta facendo, nonostante la ferma opposizione manifestata dalla Commissione Europea, il premier ungherese ha deciso infatti di procedere all’acquisto di dosi del vaccino russo Sputnik V.

Quella del vaccino, per Orban, “non deve diventare una questione politica: è una questione sanitaria, serve a salvare vite”. Ma non è così. La partita che si sta giocando punta infatti a destituire le fondamenta del sistema europeo di autorizzazione per la messa in commercio dei farmaci,

Continua a leggere sul sito di riferimento

L’articolo La partita geopolitica sui vaccini proviene da Notiziedi.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Lo slalom del cinghiale tra macchine e moto

Il video è stato girato domenica mattina dai blogger di "Roma fa schifo» e un'altra ripresa è stata effettuata da "Riprendiamoci Roma» Continua...

Nei rally con l’auto elettrica: la Opel Corsa scalda i muscoli

Completati tre giorni di test presso il Pferdsfeld Test Center. Le auto da 100 kW (136 cv) hanno percorso un totale di 1.500...

Vigilia di Natale: tutte le ricette laziali

Oggi vi illustreremo una raccolta dai sapori inconfondibili, di pietanze tipiche del territorio laziale da servire a tavola alla vigilia di Natale. Tra le...

“Dopo l’intervento Maradona battè la testa ma nessuno lo portò in ospedale”

AGI – Emergono nuovi dettagli sugli ultimi giorni di vita di Diego Armando Maradona e sulle circostanze che hanno poi portato alla morte. Rodolfo...

Le cinque tappe della campagna di vaccinazione in Francia 

AGI – La Francia prevede un piano in 5 fasi per l'estesa campagna di vaccinazioni anti Covid-19 che prenderà il via fra la...

Potrebbero interessarti...