Malagrotta, Gen. Vadalà espone interventi di messa in sicurezza

Nella seduta congiunta dei Municipi XI e XII

Roma, 10 nov. (askanews) – Il commissario Generale Giuseppe Vadalà ha illustrato, presso la sala Consiliare “Petroselli” dell’undicesimo municipio, insieme allo staff di vertice della sua task force di carabinieri, gli interventi di messa in sicurezza della discarica di Malagrotta.

L’esposizione degli argomenti è avvenuta in seduta congiunta dei Municipi XI e XII e alla presenza del Sindaco di Roma Roberto Gualtieri e dell’Assessora all’Ambiente Sabrina Alfonsi. Il Commissario ha dapprima presentato la situazione odierna e i futuri sviluppi operativi, ha risposto poi, agli interventi sia dei rappresentanti politici dei municipi, sia delle associazioni di cittadini che hanno richiesto di intervenire. Il Consiglio si è poi chiuso con i discorsi finali dei presidenti Gianluca Lanzi (municipio XI) e Elio Tomassetti (municipio XII).

“Le prospettive – sottolinea Vadalà – sono buone poiché c’è piena sinergia di intenti a azione con il Sindaco e i Municipi, così come precedentemente con gli altri soggetti coinvolti nel procedimento: Prefetto, Regione, Arpa e amministratore giudiziario del sito. Ora proseguiamo con più forza alle gare di affidamento degli interventi di messa in sicurezza del sito”.

Continua il commissario: “Abbiamo da subito nel febbraio 2022, data del commissariamento di Malagrotta, avviato gli studi tecnici ingegneristici sulla discarica, finalizzati alla chiusura dei processi di inquinamento, operando su diverse e contemporanee linee funzionali: rifacimento del diaframma contenitivo (polder di oltre 6 km di perimetro), installazione del pacchetto isolante (capping provvisorio) con relativo emungimento dell’attuale percolato, creazione del pacchetto di copertura del corpo rifiuti (capping definitivo) e ordinario trattamento dei liquidi di percolazione con puntuale stadio di analisi monitorativa.

“Sarà un processo lungo (il termine del Pilot UE è fissato entro la fine del 2025) – conclude il generale – ma cadenzato da un preciso cronoprogramma per giungere in maniera ottimale alla messa in sicurezza delle aree e alla definitiva chiusura di questo problema della nostra bella capitale”.

“Finalmente si cominciano a fare passi concreti per il futuro di questo territorio”, aggiunge l’Assessora all’Ambiente e Ciclo dei Rifiuti di Roma Capitale, Sabrina Alfonsi. “Con l’incontro di oggi si avvia un percorso di trasparenza e di condivisione con le istituzioni municipali e i cittadini che ci deve portare, entro pochi anni, alla messa in sicurezza della più grande discarica d’Europa e alla riqualificazione ambientale della Valle Galeria. Voglio ringraziare anche a nome del Sindaco Gualtieri il Generale Vadalà e tutto il suo staff per il grande lavoro svolto fino ad ora per la predisposizione di tutti gli atti tecnici che sono stati illustrati questa mattina, necessari per dare avvio alle procedure di gara nel primo semestre del prossimo anno. Ora dobbiamo impegnarci tutti per rivolgere una richiesta forte e chiara al nuovo governo affinchè renda effettivamente disponibili le risorse già previste dal Fondo Sociale per la Coesione e passare finalmente alla fase operativa di questo grande intervento”.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Usa-Francia, Biden accoglie oggi Macron alla Casa Bianca

Previsto il programma delle grandi occasioni per visita di Stato Milano, 1 dic. (askanews) - Joe Biden accoglie oggi il collega francese Emmanuel Macron alla...

Fed, Powell annuncia frenata su rialzo tassi. Wall Street brinda

Dow Jones +2,18%, Nasdaq +4,41% Roma, 1 dic. (askanews) - Jerome Powell annuncia che già a dicembre l'intensità della stretta monetaria sui tassi Usa inizierà...

Rebellin, il ciclismo piange il campione

Da Nibali a Cipollini il ricordo dei protagonisti del pedale Roma, 30 nov. (askanews) - La tragica morte di Davide Rebellin ha sconvolto il mondo...

Mattarella rinsalda rapporti con Svizzera, siamo amici profondi. Stoppare cervelli in fuga

A Politecnico Zurigo incontra studenti e ricercatori italiani: dobbiamo offrirgli prospettive Zurigo, 30 nov. (askanews) - Oltre 110mila tra studenti e ricercatori italiani studiano e...

Occhiuto: in Calabria con me tolleranza zero su reati ambientali

"Difesa del suolo e lotta all'abusivismo in cima all'agenda politica" Roma, 30 nov. (askanews) - "Da un anno a questa parte, nella mia Regione, da...

Potrebbero interessarti...