Roma: da Grande Impero e Caritas pasti ai senza fissa dimora

Iniziativa di solidarietà nel giorno dell’Epifania in via Marsala

Milano, 9 gen. (askanews) – Un’iniziativa di solidarietà per essere vicini a chi è meno fortunato, regalando loro un sorriso in un giorno di festa. Grande Impero, azienda attiva nel settore della panificazione artigianale, in occasione dell’Epifania ha sostenuto gli operatori Caritas della Basilica del Sacro Cuore di Gesù in via Marsala a Roma. Il 6 gennaio, infatti, i dipendenti Grande Impero sono stati coinvolti in prima persona nella preparazione di speciali merende dolci a base di pane farcito con confettura e cioccolato, che sono statedistribuite ai senza fissa dimora all’esterno e all’interno della Stazione Termini e in prossimità di Piazza della Repubblica. I mezzi di trasporto di Grande Impero, inoltre, hanno affiancato il personale della Caritas per tutta la durata delle attività di volontariato della giornata, che si è aperta alle ore 18:30 con la preparazione dei pasti ed è proseguita alle ore 20:30 con la distribuzione degli stessi.

L’iniziativa, per volontà dell’azienda di panificazione, diverrà un appuntamento mensile, rimarcando così la vicinanza e l’attenzione dell’azienda alle azioni di responsabilità sociale legate al territorio, finalizzate alla vicinanza verso i meno fortunati. “Da sempre la nostra famiglia si adopera per aiutare chi è meno fortunato di noi – dichiara Antonella Rizzato CEO di Grande Impero – E’ un’iniziativa che abbiamo intrapreso agli inizi degli anni ’90 quando siamo entrati in contatto con i Missionari della Fede che per voto non potevano acquistare nulla e noi donavamo loro il pane. La nostra filosofia – prosegue la Rizzato – è quella di coniugare l’azienda con il sociale, fare etica e lavorare sull’integrazione. Per questo motivo all’interno della nostra realtà sono coinvolte oltre 27 diverse etnie. Siamo spinti da un profondo intento di voler aiutare chi ne ha più bisogno e, quindi, di poter innescare un circolo virtuoso di carità e compassione, nella loro accezione nobile del termine”.

Sono 100 mila i chili di pane donati in beneficenza ogni anno da Grande Impero attraverso un circuito rappresentato da 20 organizzazioni di volontariato che comprendono parrocchie, Croce Rossa, Protezione Civile, Ong e Onlus del territorio.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Rischio dimissioni per 150 piccoli pazienti del centro Aias di Afragola

ROMA – Rischio dimissioni per bambini disabili all’Aias di Afragola, stando ad una circolare affissa dal centro di riabilitazione, circa 150 piccoli pazienti potrebbero...

Nissan Futures: dal 4 febbraio all’1 marzo il futuro della mobilità

Presentato Max-Out, concept cabrio 100% elettrico Milano, 2 feb. (askanews) - Dal 4 febbraio al 1° marzo, presso la Nissan Global Headquarters Gallery, si terrà...

Va in scena “Closer”, dal 9 febbraio al Teatro Argot Studio di Roma

Commedia drammatica su relazioni sociali, tratta da pluripremiato testo di Marber Roma, 2 feb. (askanews) - Quando i legami raccontano intrighi e falsità per nascondere...

Don Davide Banzato: Un Mondo non umano. Un perdono che sembra ingiusto

Riflessione del sacerdote di Nuovi Orizzonti: Dalla morte di Thomas ad Alatri alle atroci violenze di Emelda in Africa Roma, 2 feb. (askanews) - Lunedì...

Cospito, Meloni: 41 bis non dipende da me ma lo Stato non tratta

"Cospito già graziato nel 1991, poi è andato a sparare..." Milano, 2 feb. (askanews) - La decisione sulla revoca del 41 bis non spetta al...

Potrebbero interessarti...