Secondo l’Australia ci sono più spie ora che durante la  Guerra Fredda

AGI – Lo spionaggio in Australia ha eclissato i livelli della Guerra Fredda, lo ha detto in Parlamento il capo dei servizi segreti australiani avvertendo che i cittadini sono sorvegliati e influenzati da potenze straniere, in particolare la Cina. Solitamente abbottonatissimi, i capi dello spionaggio australiano parlano sempre di più di questa minaccia.

“Ci sono più spie straniere e loro collaboratori che operano contro gli interessi australiani di quanti ce ne fossero durante la Guerra Fredda”, ha detto nell’audizione il capo dell’Australian Security Intelligence Organisation (l’agenzia di controspionaggio dell’Australia) Michael Burgess.

Burgess ha avvertito che i gruppi della diaspora che vivono in Australia sono monitorati e molestati dai governi stranieri.

Continua a leggere sul sito di riferimento

L’articolo Secondo l’Australia ci sono più spie ora che durante la Guerra Fredda proviene da Notiziedi.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Cena alla Carlo Cracco: i trucchi per preparare le ricette come lo chef

Volete preparare una cena diversa dal solito? Ecco un menù con i trucchi per realizzare le ricette alla Carlo Cracco. Siete stanchi delle solite...

Il governo sta valutando il ritorno in classe il 7 gennaio

AGI – Le scuole potrebbero riaprire il 7 gennaio. È questo l'orientamento del governo dopo la riunione di ieri sera. La richiesta, a...

Roma, ragazzo in coma dopo incidente: 50 voci (da Totti al rapper Ketama) per svegliarlo

Gli amici hanno realizzato un audio con tanti messaggi, coinvolgendo personaggi famosi. Il 19enne è in terapia intensiva al Gemelli dopo essere stato travolto...

Virus nel Lazio, 2.070 casi in calo, 25 decessi. Lite Regione-Campidoglio sul nuovo centro commerciale

Il rapporto tra i positivi e i tamponi scende a 7%. L'assessore alla Sanità Alessio D'Amato è tornato a strigliare il Campidoglio per l'ok...

Le truppe etiopi entrano nella capitale del Tigrè

AGI – Dopo oltre tre settimane di combattimenti, il premier etiope, Abiy Ahmed, ha dichiarato conclusa l'operazione militare contro la dirigenza dissidente nello Stato...

Potrebbero interessarti...