“Sonate a tre” concerto in omaggio a Michelangelo Ierace

Domenica 11 dicembre (ore 17.30), Chiesa di San Rocco a Chiaia. In apertura di serata la presentazione del volume dedicato al compositore settecentesco

 Prima esecuzione a Napoli, domenica 11 dicembre (dalle ore 17.30) nella Chiesa di San Rocco a Chiaia del concerto “Musica tra i principi di Calabria: le sonate a tre di Michelangelo Ierace”.

Un omaggio al compositore settecentesco, realizzato con il sostegno dell’Istituto di Bibliografia Musicale Calabrese e con la collaborazione del Conservatorio di Musica di Cosenza e del Comune di Polistena (RC).

La serata a Napoli propone, in apertura, la presentazione del volume “Michelangelo Ierace, Sonate a tre”, con gli interventi di Francesca Turano (docente al Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno, nonché autrice di questa edizione critica), di Paologiovanni Maione (Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli) e di Francesco Paolo Russo (Presidente Istituto di Bibliografia Musicale calabrese).

Alla presentazione del volume farà seguito il concerto che propone un programma musicale interamente dedicato alle “sonate” di Ierace, eseguito dai musicisti Lorenzo Colitto  (violino), Lucrezia Nappini  (violino), Sebastiano Severi (violoncello), Chiara Cattani (clavicembalo).

Il nome di Michelangelo Ierace è rimasto nella storia della musica come quello di un autore la cui predilezione compositiva si è indirizzata quasi esclusivamente al genere strumentale, ed in particolare alla cosiddetta “sonata a tre”.

L’impianto di base della maggior parte di queste composizioni, le più antiche delle quali furono probabilmente scritte da Ierace per la cappella musicale di Polistena, è quello del genere detto “da chiesa”, ovvero articolandosi nei quattro movimenti canonici (lento, veloce, lento, veloce).

Un modello che, almeno nei lineamenti esteriori, non si discosta da quello codificato sul finire del secolo precedente dal celebre compositore Arcangelo Corelli (1653 –1713).

“L’essersi però dedicato – sottolinea Francesca Turano – in maniera così esclusiva ad un genere considerato “minore” da un persistente pregiudizio storiografico e a una forma (la “trio sonata”) che proprio in quegli anni si avviava al tramonto, potrebbe aver ulteriormente contribuito all’oblio che finora ha avvolto la figura e le opere di Michelangelo Ierace”.

“Le “sonate a tre” di Ierace – aggiunge Federica Castaldo, Presidente della Fondazione Pietà de’ Turchini – si inseriscono a pieno titolo nell’ampio repertorio di genere presente a Napoli, e costituiscono una nuova tessera di un mosaico, tuttora incompleto, della storia della musica strumentale praticata nella capitale partenopea nel Settecento”.

Biglietti: euro 7. Prenotazione, consigliata, per email a segreteria@turchini.it. Info: www.turchini.it tel. 081402395

L’articolo “Sonate a tre” concerto in omaggio a Michelangelo Ierace proviene da Notiziedì.

leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

Al PalaVela di Torino il 25 febbraio arriva “Cinema on Ice”

Colonne sonore di film e show sui pattini, con Carolina Kostner Roma, 30 gen. (askanews) - Uno show che unisce le colonne sonore dei film...

Dispensa stellata, idee gourmet contro lo spreco alimentare

Come riportare in tavola zampone e cotechino Roma, 30 gen. (askanews) - Oggi lo spreco alimentare in Italia vale oltre 9,2 miliardi solo per il...

Il governatore De Luca risponde a due contestatori: “Andate a quel paese”

NAPOLI – "Assassino, apri gli ospedali. La gente sta morendo per colpa tua". Erano due i contestatori che hanno aspettato Vincenzo De Luca, presidente...

Ferrara, ciclista travolto da un’auto e multato dai vigili: “Non aveva il giubbotto catarifrangente”

FERRARA – "Anche la Polizia locale deve procedere sulla base dei riscontri oggettivi e applicare quanto previsto dal Codice della strada". Questo il commento...

I Pinguini Tattici Nucleari live in Islanda

Per la prima volta dal vivo per il SiVola Fest Harpa di Reykjavik Milano, 30 gen. (askanews) - Cinque viaggiatori professionisti decidono di condividere le...

Potrebbero interessarti...