Una scatola a sorpresa e un messaggio per chi è indigente o solo, è il regalo sospeso

BOLOGNA – Si mette in una scatola un indumento caldo (come guanti, sciarpe, cappelli), un alimento goloso e non deperibile, un passatempo (come un libro, riviste, matite, colori, cruciverba, giochi), un prodotto di bellezza (creme, bagnoschiuma, profumi) e, soprattutto, un messaggio personale. Poi si chiude, si mette un fiocco e si precisa se il dono va a un uomo, una donna o un bambino. Ecco come si fa il “Regalo sospeso… in scatola”, un’iniziativa che, anche quest’anno, torna a Bologna e che stavolta è rivolta anche agli anziani delle Rsa, quelli che frequentano centri diurni o coloro che in generale, negli ultimi tre anni sono stati particolarmente isolati e penalizzati dalle restrizioni dovute alla pandemia. Nelle due precedenti edizioni sono stati circa 6.000 i pacchetti recapitati a persone che attraversavano un momento di fragilità nelle due precedenti edizioni, spiega l’Associazione La Ricotta che promuove il regalo sospeso.

UNA VOLTA PRONTO IL PACCHETTO SI PORTA NEI CENTRI DI RACCOLTA

Le scatole coi doni, poi si potranno consegnare in vari centri di raccolta sparsi in giro per la città e riportati sulla pagina Facebook dell’iniziativa. Tutti i regali raccolti andranno alle strutture di emergenza del “piano freddo” del Comune di Bologna, ad associazioni, cooperative ed enti del terzo settore che ogni giorno sostengono persone in difficoltà e conoscono bene chi ha più bisogno di ricevere un regalo di Natale, precisa l’associazione. Grazie al patrocinio del Quartiere Porto-Saragozza il punto di raccolta principale e quartier generale dell’iniziativa, sarà la aala consiliare del Quartiere (in via dello Scalo 21). Le scatole potranno essere consegnate sabato 17 dicembre dalle 15 alle 19 e domenica 18 dicembre dalle 10 alle 13. Altri punti di raccolta già confermati (con diversi orari e giornate per il ritiro dei doni) sono la Casa di Quartiere Fondo Comini in via Fioravanti 68 (il 12, 14, 16 e 17 dicembre dalle 14.30 alle 18.30), la Casa di Quartiere Lunetta Gamberini in via degli Orti 60 (l’11, 12 e 14 dicembre dalle 16 alle 18 e il 13 e 16 dicembre dalle 9 alle 11), l’edicola di Piazza Bernardi (sabato 10 dicembre dalle 10 alle 13 e da lunedì 12 a sabato 17 dicembre negli orari di apertura) e il Bar Taglio di Via del Triumvirato 28 (sabato 17 dalle 15.30 alle 16.30 e domenica 18 dalle 10 alle 11). Si sta lavorando per offrire alle persone anche altri punti di raccolta sia in città che nell’area metropolitana di Bologna. L’elenco aggiornato è disponibile sulla pagina Facebook dell’iniziativa.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it leggi tutto l’articolo sul sito della fonte

ARTICOLI RECENTI

L’Associazione Peter Pan al fianco dei piccoli pazienti malati di cancro a Roma

Prosegue la collaborazione con Rocco Giocattoli anche nel 2023 Roma, 30 gen. (askanews) - L'articolo 31 della Convenzione sui diritti dell'infanzia, emanata dall'ONU nel 1989,...

Nardella consegna Firenze città a Tajani:europeista doc, no polemiche

Le aveva ricevute anche Sassoli: "è un gesto istituzionale di alto livello" Firenze, 30 gen. (askanews) - "La consegna delle Chiavi della città e' anzitutto...

Poste, Mattarella: conferma vocazione a tenere Italia connessa

Uffici postali punti di riferimento e identità Roma, 30 gen. (askanews) - "Il mondo è cambiato ma la vocazione di Poste di tenere l'Italia connessa...

##Nardella consegna chiavi Firenze a Tajani:”europeista doc, no a polemiche”

"Le ricevette anche Sassoli Gesto istituzionale di alto livello" Firenze, 30 gen. (askanews) - "La consegna delle Chiavi della città e' anzitutto un gesto di...

Sud,De Luca: Fitto non perda tempo con Michel, mandi 23 mld fondi Fsc

Il governatore "li stiamo aspettando" Napoli, 30 gen. (askanews) - Al ministro Fitto avrei suggerito di non perdere tempo con Charles Michel, tempo perso. Era...

Potrebbero interessarti...